inizio

vai al menu principale

vai ai contenuti

vai a fondo pagina
logo del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo

Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo
Direzione generale Cinema e audiovisivo

Ti trovi in:  

  • Comunicazione
  • Notizie
  • Archivio notizie
  • Anno 2019
  • Chiarimenti Bando concessione contributi selettivi opere cinematografiche realizzate in regime di coproduzione o di compartecipazione internazionale in partecipazione italiana minoritaria

Notizia numero: 5103

Chiarimenti Bando concessione contributi selettivi opere cinematografiche realizzate in regime di coproduzione o di compartecipazione internazionale in partecipazione italiana minoritaria
del 24/07/2019

Chiarimenti Bando per la concessione di contributi selettivi per le opere cinematografiche realizzate in regime di coproduzione o di compartecipazione internazionale in partecipazione italiana minoritaria - progetto speciale del 14 febbraio 2019

A seguito delle richieste da parte di alcune società di produzione, si chiarisce che:

 

  • in relazione a quanto previsto all’articolo 2, comma 4, lettera b), del bando, qualora la quota maggioritaria sia riconducibile a più produttori, è necessario che ciascun produttore maggioritario presenti apposita documentazione attestante la copertura finanziaria del 50% della sua quota. Si ricorda che per coproduttore maggioritario si intende la singola società o l’insieme delle società di un determinato Paese che possiedono la quota più alta dell’opera. Nel caso in cui le quote maggioritarie siano detenute da più Paesi maggioritari con pari quota, le relative società di produzione sono tutte considerate coproduttori maggioritari. (Es: opera prodotta da imprese provenienti da quattro Paesi, con quote per Paese pari rispettivamente a (a) 35%, (b) 35%, (c) 20% e (d) 10%. I produttori maggioritari sono tutte le imprese di produzione dei Paesi (a) e (b));
  • In relazione a quanto previsto all’articolo 8, comma 1, lettera a), del bando, l’obbligo di spendere sul territorio italiano un importo non inferiore al 80% del contributo concesso è assolto con la spesa sul territorio italiano di una cifra equivalente all’80% del contributo, indipendentemente dal fatto che in essa rientrino obblighi di territorializzazione della spesa previsti da altri aiuti pubblici.

 


footer torna all'inizio