inizio

vai al menu principale

vai ai contenuti

vai a fondo pagina
logo del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo

Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo
Direzione generale Cinema e audiovisivo

Ti trovi in:  

  • Comunicazione
  • Notizie
  • Archivio notizie
  • Anno 2020
  • AVVISO AGLI UTENTI – MODALITÀ PER RICHIEDERE LA DEROGA ALL’OBBLIGO DI USCITA IN SALA PER L’AMMISSIONE AI BENEFICI DELLA LEGGE N.220 DEL 2016 DESTINATI ALLE OPERE CINEMATOGRAFICHE

Notizia numero: 5423

AVVISO AGLI UTENTI – MODALITÀ PER RICHIEDERE LA DEROGA ALL’OBBLIGO DI USCITA IN SALA PER L’AMMISSIONE AI BENEFICI DELLA LEGGE N.220 DEL 2016 DESTINATI ALLE OPERE CINEMATOGRAFICHE
del 09/11/2020

In riferimento ai decreti ministeriali 4 maggio 2020 e 11 giugno 2020 che prevedono, ai soli fini dei benefici economici concessi da Ministero, l’equiparazione fra uscita in sala cinematografica e diffusione al pubblico mediante un fornitore di servizi media audiovisivi avvenuta nel periodo intercorrente fra il 23 febbraio e il 15 luglio 2020, è possibile presentare apposita istanza tramite la piattaforma DGCOL. 
 
La richiesta dovrà essere formulata utilizzando ESCLUSIVAMENTE il modulo sotto riportato, da caricare sulla piattaforma DGCOL, in corrispondenza della registrazione dell’anagrafica più aggiornata, nella sezione “Inserisci allegati”.
 
Al riguardo, la suddetta istanza di equiparazione può essere richiesta per l’opera cinematografica che abbia avuto accesso, in quanto tale, ai contributi e benefici previsti nella legge n. 220/2016 e per la quale, in alternativa, si verifichi almeno una delle seguenti fattispecie: 
 
a) per il periodo compreso tra il 23 febbraio 2020 e il 15 luglio 2020, la destinazione al pubblico sia avvenuta a mezzo di un fornitore di servizi di media audiovisivi, sia lineari di ambito nazionale che non lineari, ovvero attraverso editori home entertainment;
 
b) la diffusione al pubblico in via prioritaria con le suddette modalità si realizzi dopo il 15 luglio 2020, purché ciò avvenga o sia avvenuto in attuazione di accordi di data certa anteriore al 17 maggio 2020. 
Si rappresenta che la data certa può essere attribuita al contratto attraverso la registrazione dello stesso presso l’Agenzia delle Entrate, ovvero con spedizione dell’originale in piego raccomandato, nonché in tutte le altre forme di legge idonee a determinare tale effetto. 
 
Si precisa che in merito al caso a) alla relativa istanza deve essere allegata documentazione comprovante l’effettiva avvenuta programmazione dell’opera cinematografica nel periodo citato con le modalità su indicate; 
in riferimento al caso b), la relativa richiesta deve essere corredata dall’accordo intercorso con il broadcaster nella forma ab substantiam indicata. 
 
L’accesso a tale deroga sarà consentito a far data dalla pubblicazione del presente avviso e non oltre il 31 dicembre 2020. 
 
Per opportuna conoscenza, si riporta la normativa di riferimento: 
 
D.M. 14 luglio 2017 “Individuazione dei casi di esclusione delle opere audiovisive dai benefici previsti dalla legge 14 novembre 2016, n.220, nonché dei parametri e requisiti per definirne la destinazione cinematografica" 
D.M. 29 novembre 2018 “Modifiche al decreto del Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo 14 luglio 2017, sui casi di esclusione delle opere audiovisive dai benefici previsti dalla legge 14 novembre 2016, n. 220"
D.M. 4 maggio 2020 “Deroga destinazione cinematografica per chiusura sale cinematografiche"
D.M. 11 giugno 2020 “Proroga destinazione cinematografica"
 

footer torna all'inizio